In vetrina

Pastiera Napoletana

By 01:55 ,

Ciao amici, bentornati! Ieri nonostante la bella domenica soleggiata ho deciso di restare a casa e sono andata alla ricerca di iniziative e ne ho trovata una splendida, riguardante una "raccolta di piatti regionali italiani della tradizione Pasquale, la festività è ancora lontana sì, ma a me non piace arrivare in ritardo ed ho già postato qualcosa a riguardo, se volete curiosare potete dare una sbirciatina qui: Pane dolce Pasquale e la festa a tavola speciali uova Pasquali in pasta di zucchero.

Tornando al discordo precedente, il blog organizzatore è "Torte di nuvole", al fondo della ricetta rilascerò il banner con link collegato! .. Sperando di riuscire a farne parte e che ad Annalisa piaccia! Tra l'altro è anche calabrese, aiaiai! Devo stare attenta alla descrizione! Incrociate le dita! :D
Il piatto Regionale che ho scelto per partecipare alla raccolta è la "Pastiera Napoletana", io vivo in Piemonte da sempre, ossia da pochissimi giorni dopo la mia nascita, che risale oramai a 29 anni fa, nonostante ciò ho sangue del Sud che scorre nelle vene, se vogliamo essere pignole.. sangue Salernitano, e immancabilmente la Pastiera di questi tempi è la più importante protagonista! Anche se in Campania e in Calabria la si trova tutto l'anno nelle migliori pasticcerie, anzi mi correggo.. a Reggio di Calabria.
Voi l'avete mai assaggiata? Io non ne vado matta, spesso mia zia la prepara con molta cura per la famiglia e quando viene a trovarmi è sempre bello vederla all'opera, ne vanno tutti ghiotti! Spero che la ricetta sia di vostro gradimento e di poter leggere presto commenti in cui potete lasciare consigli, esporre dubbi e raccontarmi come avete passato il pomeriggio, e prossimamente la Pasqua assaporandone un pezzetto! .. Cominciamo ..

Ingredienti per la pasta frolla per 2-3 teglie di media dimensione:

-500 gr di farina Mulino bianco
-200 gr di zucchero
-200 gr di burro
-3 uova
-1 bustina di lievito Pane degli Angeli
-1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno della Pastiera:

-550 gr di ricotta di pecora setacciata
-600 gr di grano cotto (acquistabile già cotto al supermercato in vasetto)
-400 ml di latte (solo se doveste decidere di far cuocere il grano)
-500 gr di zucchero semolato
-2 fiale di acqua di fiori d'arancio
-1 bustina e 1/2 di vanillina
-30 gr di burro oppure strutto, detto anche sugna
-200 gr di cedro o arancia candita
-5 uova + tuorli montati a neve

Procedimento pasta frolla: disponete la farina a fontana e all'interno rompete le uova mescolandole un attimino con lo zucchero, subito dopo unite il burro ammorbidito a temperatura ambiente tagliato a pezzetti ed infine il lievito amalgamando molto velocemente fino a formare una palla di colore omogeneo e liscia che dovrà riposare in frigo avvolta nella pellicola per 30 minuti.

Procedimento Pastiera: in questa mezz'ora dedicatevi alla preparazione del ripieno, mescolate con l'aiuto di un cucchiaio di legno, la ricotta con lo zucchero, i tuorli, il burro fuso e il resto degli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido e compatto e una volta che il grano sarà cotto, (nel caso aveste deciso di cuocerlo da zero) e avrà assorbito tutto il latte, incorporatelo mescolando con cura. Fatto ciò non vi resta che montare gli albumi a neve ben ferma ed amalgamarli al composto girando dal basso verso l'alto per evitare che possano smontare.
Conservate la farcia in frigo per c.ca 20 minuti.
Molti consigliano di far cuocere ulteriormente il grano anche se già cotto, nel latte, fino a quando non lo avrà assorbito totalmente e sarà diventata una crema. Se doveste decidere di adoperare questo metodo, mi raccomando unite le uova e il resto degli ingredienti solo quando il composto sarà freddo!

Preriscaldate il forno a 140°c e nei 20 minuti che susseguono, stendete con il mattarello sempre molto velocemente la frolla per evitare che possa "bruciare", il che significa che il burro si surriscalda e rende la pasta difficilmente modellabile, poi ricavate sfoglie spesse c.ca 1/2 cm che serviranno a ricoprire interamente il fondo delle teglie coperte precedentemente con carta da forno o se preferite con burro e farina, prestando attenzione a far aderire bene la pasta frolla allo stampo fermandosi a 1 cm dal bordo nei lati.

A questo punto distribuite il composto di ricotta sulla pasta, e con i ritagli e la rotellina (quella apposta per tagliare i ravioli freschi) formate delle strisce a mò di crostata, sottili  e larghe  2 cm  e stendetele incrociate tra loro ricoprendo l'intera torta.

Cuocete la Pastiera Napoletana in forno a 170°c per c.ca 45 minuti coperta da carta di alluminio. Se allo scadere del tempo il ripieno dovesse risultare ancora un pochino molle, (questo può dipendere dal forno e dalla grandezza delle uova) proseguite la cottura per ancora 15 minuti.
Normalmente il tempo varia tra 45 minuti e un'ora.

A fine cottura e una volta raffreddato, il dolce si presenterà così! :) Buon appetito e.. buona Pasqua, quando sarà il momento! .. Un abbraccio dalla cuochina :D

Consigli e personalizzazioni: è possibile unire alla ricotta gocce di cioccolato e il succo di 1 limone zuccherato.

Photo credit: 10Rosso / Foter / CC BY


Con questa ricetta partecipo alla raccolta delle ricette tipiche Pasquali Italiane del blog di Annalisa, "Tortedinuvole"



Con questa ricetta partecipo alla Linky Party Handmade Easter del blog C'è crisi, c'è crisi


Handmade Easter LINKY PARTY







Potrebbero piacerti anche:

15 commenti

  1. Io adoro la pastiera, e un po' di tempo fa ne sfornavo a iosa, finchè un giorno, mettendola in frigo ancora bollente, ci ho spaccato il cristallo sopra ai cassetti delle verdure... è da allora che non la faccio più. Credo che sia venuto il tempo di ricominciare a prepararla, ricordandosi che non si deve mettere in frigo mai niente di troppo caldo!!! Ciao, un abbraccio e grazie per la ricetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cecilia! Bentornata! Ahhhh in frigo calda nooooo, ti è andata ancora bene, potevi buttare direttamente il l'elettrodomestico! Cattiva idea mannaggia! Massì di errori ne facciamo tutti e se ne fanno pure tanti, servono anche quelli, ci si migliora! Tu mettevi anche le gocce di cioccolato o hai un'altra versione da consigliare?

      Elimina
  2. L'ho mangiata solo una volta da una collega napoletana e ti confesso che non mi ha fatto impazzire...la tua però ha proprio un bell'aspetto, chissà che non potrei ricredermi ^_^
    Buon inizio settimana e grazie x la segnalazione :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche a me piace molto infatti l'ho scritto :D .. La foto non è mia, ha i crediti sotto, ma appena capiterà di farla la cambierò! Nonostante io abbia origini Salernitane non rientra nei miei dolci preferiti, ma come nel mio lavoro, a volte devo cucinare cose che le mie papille gustative non amano particolarmente, il cliente ha sempre ragione! Ciao Consuelo, baci!

      Elimina
  3. E' un dolce molto buono. Io non amo i canditi, quindi li sostituirei con le gocce di cioccolato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io!! Golosona :) Ciao Emanuela! Grazie della visita! L'hai letto il commento sotto le carotine?

      Elimina
  4. Mamma mia che buona!! L'ho assaggiata una sola volta e nonostante io non ami i canditi (non mi ero nemmeno accorta che c'erano!) mi è piaciuta tantissimo... sarà che ho un debole per le torte di ricotta :) Forse prima o poi provo a farla, chissà!

    RispondiElimina
  5. Splendido e golosissimo dolce, molto invitante, una meraviglia!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Speedy! Ti è mai capitato di assaggiarla? E se si, cosa cambieresti?

      Elimina
  6. Ciao Lisa, la ricetta è perfetta, sto solo avendo problemi con internet, ma oggi proverò a chiedere ospitalità ad un amico e la pubblicherò.scusami per il disguido.metto Salerno come città, ok!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa! Grazie, non preoccuparti, quando mi avrai inserita lascia un messaggio così vengo a curiosare anche le altre partecipanti! Si si Salerno va bene! Bacio!

      Elimina
  7. ECCO FATTO Lisa :) Grazie mille! :)

    RispondiElimina
  8. Anche a me non ha mai ispirato come dolce...ma dopo averla assaggiata ne vado matta! Trovo che sia un po' macchinosa da preparare ma la fatica è ripagata! Grazie di aver partecipato al linky party Handmade Easter.
    ciao
    Denise

    RispondiElimina
  9. Ciao Lisa, questa pastiera deve essere squisita :P
    Io non l'ho mai fatta ma l'ho assaggiata quando me la hanno regalata.
    Per questa Pasqua probabilmente proverò a farla anche io

    RispondiElimina
  10. Dopo gli stravizi pasquali mi devo mettere un pò a stecchetto, ma questa tua golosissima ricetta me lasegno per....dopo. ;-)

    RispondiElimina

Lasciami un commento, sarò felice di poterti rispondere e mi aiuterai ad arricchire il blog con nuovi contenuti. Grazie^